Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Autore Giulio Meotti

Cantagalli pag. 328 € 20,00

Villaggi fantasma, stragi di religiosi e civili, stupri, rapimenti, persecuzioni di massa, fosse comuni, conversioni forzate: è il destino dei cristiani sotto l’Islam radicale negli ultimi anni.

Le chiese in Medio Oriente hanno subìto una liquidazione fisica e simbolica. Eppure, questi cristiani perseguitati sono i cani randagi dell’Occidente. La scomparsa delle più antiche minoranze cristiane che parlano ancora la lingua di Gesù non ha generato emozioni nell’opinione pubblica dell’Occidente, sempre pronta a mobilitarsi per altre cause. Nessun artista o intellettuale di primo piano o star del cinema ha difeso la loro causa; nessun governo europeo ha perorato un intervento militare a loro difesa; l’Onu non ha denunciato la loro scomparsa. Perché, come ha detto un arcivescovo in Iraq, “l’Occidente tiene più alle rane che a noi cristiani”.

La tragedia degli ultimi cristiani d’Oriente ha mostrato l’allarmante impotenza e nichilismo della civiltà occidentale e il suicidio morale di una Europa scristianizzata e a rischio islamizzazione. Eppure, i cristiani d’Oriente sono la nostra linea di difesa.

«Un libro potente su un crimine che colpisce al cuore la nostra civiltà» (Roger Scruton).

«Meotti è uno scrittore che, perfettamente a conoscenza della posta in gioco della nostra epoca, è spaventato dal caos e dalla distruzione delle fondamenta della nostra civiltà» (Bat Ye’or).

LA TOMBA DI DIO. UN LIBRO DI GIULIO MEOTTI SULLO STERMINIO DEI CRISTIANI IN MEDIO ORIENTE. COMPLICITÀ E SILENZI.

di Marco Tosatti

   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.