Stampa
Categoria principale: Libri
Categoria: Consigliati
Visite: 88

La società non è un mercato

Autore Alain de Benoist

Arianna Editrice pag. 288 € 19,98

Il concetto moderno di sviluppo
è caratterizzato dall’inclusione sempre più vasta,
nella logica commerciale, di cose o ambiti
che in precedenza non vi rientravano.

Tutto diventa merce monetizzabile, tutto diventa disponibile sul mercato.

Persino i fini non economici sono perseguiti attraverso un’attività economica e la moneta standardizza tutte le attività umane, seguendo il principio del “mai abbastanza”.

È ancora possibile impedire che il nostro pianeta
e la nostra società si trasformino in un immenso mercato?

Esiste un legame tra la propaganda liberalista
e il cosiddetto pensiero unico?

Alain De Benoist dimostra come il liberalismo sia la dottrina filosofica, economica e politica dominante e che, pertanto, deve essere studiata e giudicata con un’analisi critica stringente.

Sfruttamento del lavoro, trasformazione del soggetto in oggetto, solitudine di massa, crollo della vita interiore, condizionamento pubblicitario, tirannia della moda, scomparsa dell’intimità, menzogna mediatica, controllo sociale, regno del politicamente corretto.

 


Alain De Benoist, tra i più significativi pensatori europei, scrittore, saggista, filosofo e noto conferenziere, ha scritto più di 80 libri e oltre 2000 articoli, oggi tradotti in una quindicina di lingue. Con Arianna Editrice ha già pubblicato Comunismo e nazismo. 25 riflessioni sul totalitarismo del XX secolo, La “Nuova Evangelizzazione” dell’Europa, Comunità e Decrescita, Oltre il Moderno, Sull’orlo del baratro, La fine della Sovranità e Il trattato transatlantico.

IL TOTALITARISMO LIBERTARIO – SPIEGATO BENE

di Maurizio Blondet

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.