Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Fonte marcotosatti.com 09/07/2019

Autore Agostino Nobile

Cari Stilumcurial, Agostino Nobile ci ha inviato una riflessione che ci sembra particolarmente interessante e attuale visto quello che sta accadendo in Italia, dopo lo scandalo degli orrori di Bibbiano, nel cuore dell’Emilia rossa e piddina; uno scandalo che ha però ramificazioni in altre parti d’Italia. E che non impedisce agli ideologi del Partito in Emilia di cercare di far passare una legge liberticida. Ma ecco Nobile. M. T.

 

Gli abusi sui minori fanno parte di una ideologia che controlla il mondo

“Le società segrete, i politici, i banchieri e i media sono loro che gestiscono questi giri pedofili, sono quelli che gestiscono il mondo e tutto risale a Hollywood”. Non è un commento di un complottista paranoico, ma di Brad Pitt, uno che nella città del cinema ci vive e lavora da oltre 30anni. Si tratta di una intervista intitolata “Elite Hollywood Pedophiles Control America” firmata dai giornalisti statunitensi Jay Greenberg e NeonNettle, pubblicata nel dicembre del 2017 dopo che un’ondata di arresti ha colpito una rete di pedofili in California.

Alcune chicche.

Un altro scandalo che è stato poco seguito dai media internazionali, è quello britannico definito Westminster paedophile ring, dove decine di persone appartenenti a tutti gli schieramenti politici, del mondo dello spettacolo e mediatico a partire dagli anni ’80 hanno abusato di oltre 130 ragazzini. Secondo le denunce ci sono casi di omicidio. Tra il 1981 e il 1985 il conservatore Geoffrey Dickens consegnò un dossier  di 40 pagine, sparito dagli archivi di Scotland Yard, all’allora ministro degli Interni, Leon Brittan, al quale chiese di indagare non solo sulla BBC, sui servizi diplomatici e civili, ma anche sulla corte reale di Buckingham Palace. Patata bollentissima che fino ad oggi, tranne alcuni nomi, è rimasta in una pentola a pressione.

Il giornale britannico The Sun il 12 febbraio 2018 pubblica l’artico Dossier Bombshell – Gli operatori umanitari delle Nazioni Unite hanno violentato 60.000 persone (questa vicenda l’ho descritta nel mio Anticristo Superstar pubblicato nel 2014, quindi una vecchia storia dove tutti hanno chiuso gli occhi.) Il quotidiano pubblica un reportage che accusa decine di dipendenti delle Ong, tra le quali  Save the Children e di Medici Senza Frontiere. Il professor Andrew MacLeod, ex direttore del Centro di coordinamento delle emergenze delle Nazioni Unite, afferma che “lo stupro di bambini è stato inavvertitamente finanziato in parte dai contribuenti del Regno Unito”. Ci sarebbero “decine di migliaia di operatori con tendenze pedofile in giro per il mondo, ma se indossi la maglietta dell’Unicef nessuno ti chiede conto del tuo operato”. Aggiungendo che il problema è “radicato e diffuso in tutto il mondo degli aiuti umanitari”.

Nel 25 novembre 2017 il giornalista americano Tyler Durden sul suo blog riporta un furioso scambio di twitter dove l’ex agente dei servizi segreti Dan Bongino minaccia Hillary Clinton di rivelare nuovi dettagli sui 26 viaggi documentati di Bill Clinton a bordo del famoso jet privato “Lolita Express” del multimiliardario pedofilo Jeffrey Epstein.

Attraverso le email trafugate a John Podesta – un dem vicinissimo a Obama e Hillary Clinton – pubblicati da WikiLeaks, salta fuori una rete di pedofili che si è macchiata di sorprusi disumani in cui sono implicati politici, banchieri, vip, artisti e personaggi mediatici.

La lista degli orrori, oltre ad essere lunghissima, è dolorosa e spaventosa. I pedofili, tra i quali non mancano i satanisti, non disdegnano le torture e l’espianto di organi delle povere vittime.

In alcuni paesi asiatici la pedofilia viene punita e in altri sfruttata come business. Nel mondo musulmano la definizione pedofilia non esiste, poiché il fondatore dell’Islam all’età di oltre 50anni sposò la piccola Aisha di sei, consumando il matrimonio tre anni dopo. Tutti i casi fino ad oggi scoperti dimostrano che dove c’è pedofilia c’è business. Secondo stime del 2018, nel mondo scompaiono almeno 22.000 bambini al giorno. In Italia un bimbo a settimana e solo il 18 per cento viene ritrovato.

Venendo in Italia ricordiamo lo scandalo del Forteto, fiore all’occhiello delle cooperative rosse toscane. Per avere un’idea degli orrori consumati e del sostegno giudiziario, politico ed economico del PCI/PD basta consultare  qui dove troviamo anche LA RELAZIONE DELLA COMMISSIONE D’INCHIESTA.

Attraverso una immensa documentazione sappiamo che la pedofilia è un mercato transnazionale collegata all’Onu, Unicef, Oms, alle Ong e a tutti quei politici che hanno legalizzato il reato di omofobia e islamofobia. Perché non il reato di cristianofobia, nonostante sia la comunità più perseguitata del pianeta? Mentre scrivo mi viene in mente quel passo del Vangelo di Matteo dove Gesù Cristo ammonisce: “Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare”.

Nessuna meraviglia, dunque, se i promotori e i sostenitori dell’omofobia, dell’islamofobia e dell’ideologia gender cerchino di cancellare il cristianesimo promuovendo l’islam.

E tanto meno dovremmo meravigliarci se l’assistente sociale Federica Anghinolfi, guarda caso piddina, lesbica e pro gender, arrestata per lo scandalo di Bibbiano ‘Angeli e demoni’ sull’affido minori, è una sfegatata anticristiana. In un suo post del 2018, oltre ad una crassa ignoranza e alla sensibilità di un portacenere, rivela un odio viscerale per il maschio e il cristianesimo. Utilizzando la doppiezza dei buonisti e dei bergogliani, scrive: “Di fronte alle stragi di bambini, il mondo degli adulti sta sempre zitto”. Nel frattempo lei provvede col business che devasta la vita dei bambini strappati alle famiglie povere. Un po’ come i colleghi delle Ong che, presentando lo schiavismo come un atto umanitario, fanno affari con le mafie scafiste musulmane. Nel suo post l’Anghinolfi continua affermando che Cristo “non era un religioso e non ha fondato una religione, ha semplicemente detto che le prostitute vi passeranno avanti nel regno dei cieli (…) Lasciate spazio alle donne!” I labirinti dell’idiozia sono il loro rifugio mentale.

Come hanno riportato i quotidiani sull’obbrobrio di Bibbiano, dopo l’allontanamento dalle famiglie d’origine alcuni bambini sarebbero stati stuprati, utilizzando violenze che sarebbero avvenute sia all’interno delle famiglie affidatarie che nella stessa comunità. Per costringere i bambini ad accusare e a odiare i genitori gli hanno fatto lavaggi del cervello attraverso impulsi elettrici. A questo si aggiunge che per anni i servizi sociali non hanno consegnato ai bambini i regali e le lettere inviate dai genitori. Tutto ciò conferma che l’ideologia gender fa emergere la parte più spregevole dell’essere umano. A questo sommiamo i media che diffondono sempre più produzioni omosessualiste. Anche i cartoni animati della Walt Disney si sono accodati https://www.snopes.com/fact-check/disneys-princes/  Evidentemente anche lì non mancano i pedofili.

La lobby gay in Vaticano, ha legami con le potenti reti internazionali? Mah, ormai dalla sequenza di scandali che scoppiano a raffica non dovrebbero esserci dubbi. L’ultima è di questi giorni. L’arcivescovo di Ferrara mons. Perego, molto vicino a Bergoglio, come sappiamo dalle cronache  sostiene fieramente l’Arcigay e le Ong scafiste, due piraterie sostenute dalla Sinistra e sovvenzionate da Soros & C.

Come sappiamo il Metropolitan Museum of Art di New York nel 2018 ha presentato Heavenly Bodies: Fashion and the Catholic Imagination, dove era presente il fior fiore dei personaggi hollywoodiani. Tra le altre, la cantante pop Rihanna con le tette sfidava la forza di gravità indossando tiare, crocifissi e abiti religiosi. Il Gala è stato presenziato dallo spocchioso cardinale Gianfranco Ravasi e dall’ambiguo porporato americano Timothy Dolan.

Il cristianesimo, davanti ad un attacco concentrico attuato dall’ONU, da Bruxelles, dai politici, dalle ONG internazionali e dalla chiesa bergogliana, ha un vitale bisogno dei laici credenti o meno, magistrati, giudici, giornalisti e, soprattutto, del popolo. Non aspettiamo domani perché, oltre alla dignità, stanno portando via i nostri figli.

Agostino Nobile

   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.