Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Fonte marcotosatti.com 19/01/2018

Autore Marco Tosatti

Devo dire che un po’ me lo aspettavo. Dopo aver visto immagini e notizie del matrimonio in volo celebrato dal Pontefice, rilanciato e diffuso dai sistemi di pubblicità vaticana, e commentato – in maniera certamente molto varia – sui social, mi sono detto: vuoi vedere che Pezzo Grosso ora mi scrive? E infatti. L’unica sorpresa che l’abbia fatto così tardi. Mi attendevo già da ieri pomeriggio una reazione. Che, come vediamo, è sconsolata. Nella foto insieme ai due sposi – Auguri, auguri! – fa capoccella, come si dice a Roma, l’onnipresente padre Antonio Spadaro, il jinn [folletto n.d.r.]dell’immagine del Pontefice.

Caro Tosatti. Dal Corriere della Sera, leggo che il portavoce della Sala Stampa vaticana (come rimpiangiamo Joaquin Navarro Vals !!) spiega che il Papa ha celebrato <un matrimonio a sorpresa>. Il quotidiano riferisce che erano già sposati civilmente (nel 2010?) e avevano due figli ma il loro desiderio era sposarsi in Chiesa. Hanno impiegato ben sette anni per decidersi a farlo, ma confondendo l’Aereo con la Chiesa, forse essendo personale di bordo ormai non facevano più distinzioni così complesse…. Poi il portavoce racconta che la formula utilizzata dal Papa per sposarli è stata: <Tu sei sicuro? Si ? E tu sicura?>. Bueno, amen. Giocare con i Sacramenti, come giocare con la prassi, è un gioco pericoloso. In pochi momenti viene ridicolizzato il sacramento del matrimonio e forse anche quello della confessione (li ha anche confessati visto che vivevano more uxorio? Tralascio le procedure di pubblicazione, testimoni, ecc. ). Tutto con il Papa sembra un film, una fiction, interpretata da un attore che sa improvvisare, sa fare sorprese, sa creare lo spirito della telenovela. Ma ormai non ci si meraviglia più di quel che fa, si soffre basta. Quando ho letto di questo ultimo show ho pensato a al Beato Rosmini. Se ne fosse stato oggi spettatore, le piaghe della santa chiesa sarebbero state sei (non cinque). La sesta sarebbe stata l’esibizionismo confondente dei vertici della chiesa.

Eh sì, è proprio sconsolato…

*****************************

N.d.R

mi permetto aggiungere che Pezzo Grosso non ha visto l'altra fiction pubblicitaria. Bergoglio ha fermato il corteo per soccorrere una poliziotta caduta da cavallo. Lui che non si inginocchia davanti all'Eucarestia è sceso al volo per abbassarsi sulla poveretta. Evidentemente il suo intervento si giustifica in quanto la cavallerizza deve essere stata accecata da una luce sfolgorante, è già successo anni fa sulla via per Damasco...a proposito come si chiama la via dove è accaduto di nuovo?

E' il Nuovo Cinema Paradiso?

G.A.C.

   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.