Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Fonte linformatoreweb.wordpress.com 02/11/2017

A partire da Domenica 5 Novembre, a Roma, inizierà ufficialmente la “messa ecumenica a due passi da San Pietro.

bergoglio

Da Santa Marta è partito proprio nei giorni scorsi un “invito” non ufficiale (in stile bergogliano) alle suddette Comunità, di “organizzarsi” (dato che è proprio del loro stile essere pionieri di innovazioni ecclesiali) per dare inizio insieme ai luterani a sperimentare la “messa ecumenica”.

Le Comunità di Base si sono prestissimo organizzate. Intanto pubblicando un documento sulla necessità urgente dell’ospitalità Eucaristica all’interno della Chiesa Cattolica e protestante che trovate qui (http://www.cdbsanpaolo.it/cartella%20documenti/Comunit%C3%A0%20di%20base%20e%20Noi%20Siamo%20Chiesa%20sull’anno%20luterano-1.pdf). Ma non è bastato. Dal documento sono passati all’azione. Infatti a partire dal 5 Novembre 2017, le Comunità Cattoliche parteciperanno alla santacena protestante nella chiesa luterana di via Sicilia a Roma. Hanno infatti dichiarato: Perciò noi (Comunità di Base..ndr), nel nostro piccolo, verremo qui, in questa vostra chiesa, e grati della vostra ospitalità, per partecipare pienamente alla vostra celebrazione, con voi assumendo il pane e bevendo il vino preparati sulla mensa del Signore. Ci assumiamo con serenità questa responsabile decisione, convinti che essa si inserisca in un cammino irreversibile che porterà finalmente le nostre Chiese a raggiungere la piena pacificazione teologica e a lavorare insieme unite”.Trovate tutte le informazioni in questo articolo (http://riforma.it/it/articolo/2017/10/31/ospitalita-eucaristica-roma-la-comunita-di-base-partecipa-al-culto-luterano). Mi colpisce in questa dichiarazione ancora una volta il termine irreversibile”. Ovvio. L’ha deciso Bergoglio!

Inoltre , come era scontato, saranno poi i luterani a spostarsi nella sede delle Comunità di Base, per partecipare alla loro Eucaristia, e quindi accostarvisi insieme ai cattolici, a cadenza non molto chiara.

Dunque, anche se ancora non è stato pubblicato il testo ufficiale della “messa ecumenica”, in perfetto stile bergogliano si parte dalla “base”, dando inizio a questa esperienza, per poi accoglierla, ufficializzarla, ed imporla. Come è stato fatto per la comunione ai divorziati “risposati” e per l’Amoris Laetitia. E chi oserà proferire parola in merito, sarà emarginato, licenziato e messo a tacere. In nome ovviamente della misericordia . Vedi articolo precedente (https://anonimidellacroceblog.wordpress.com/2017/11/02/il-regime-di-bergoglio-in-stile-sudamericano-chiede-la-testa-degli-oppositori-di-fra-cristoforo/).

Badate che questo episodio non è da sottovalutare. Il fatto che a due passi da San Pietro diano inizio all’esperienza della “messa ecumenica” o “intercomunione”, dopo tutte le varie Dichiarazioni Congiunte dei giorni scorsi, è altamente significativo. Questo è l’inizio ufficiale dell’apostasia. Alla firma di Jorge Mario Bergoglio. Chi ha orecchi intenda. E chi ha autorità ecclesiastica per alzare la voce, lo faccia adesso. O mai più.

   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.