Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Fonte facebook.com 17/08/2018

Autore Pierre Laurent Cabantous

L'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono, persone in piedi e spazio al chiuso

Rev. mo don Julian Carron,
mi sorprende che non ci sia stata, da parte sua, una immediata presa di distanza da quanto affermato dal dott. Vittadini nella sua intervista al Corriere della Sera.

[vedi qui NdR]

Sono un semplice parroco della provincia romagnola, non ho responsabilità nel Movimento, ma ho avuto la grazia nella mia vita di incontrare don Giussani, di essere stato educato e guidato nella mia adolescenza dal suo carisma, di aver maturato la mia vocazione al sacerdozio che vivo con letizia e di godere tutt’ora della compagnia di tanti amici che come me e con me hanno vissuto e vivono ancora la sequela a Cristo e alla Chiesa che il fascino del carisma di don Giussani aveva in noi suscitato. E non ci sto - è diventato per me insopportabile e doloroso - che il carisma,che mi ha educato e che amo, venga buttato al macero così. Soprattutto l'affermazione del dott. Vittadini : «Diciamo che le unioni civili sono un compromesso accettabile per chi desideri un altro tipo di famiglia» , contraddicono - non solo il carisma di don Giussani - ma il magistero della Chiesa. Anche recentemente il Papa si è chiaramente pronunciato: “La famiglia è solo quella tra uomo e donna”( Incontro con la delegazione del Forum delle associazioni familiari - 16 giugno 2018) Mi auguro che lei prenda presto le distanze da tali affermazioni, altrimenti “chi tace acconsente” e in questo caso equivale a “tradire”.

   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.